Google+ La Natura che ci circonda: Daniele Maturi e Daniza. Ma sarà tutto vero?

martedì 23 settembre 2014

Daniele Maturi e Daniza. Ma sarà tutto vero?

Non per essere petulante e ritirare in ballo il discorso, ma ho una perplessità che vorrei manifestare. Qualche giorno fa sono capitata su una pagina di un noto Social, dove tentavano di dimostrare quanto gli animalisti abbiano minimizzato l'aggressione di Daniza nei confronti di Daniele Maturi, l'uomo che il 15 agosto sarebbe stato attaccato dall'orsa mentre era intento a cercare funghi nei boschi di Pinzolo. In questa pagina hanno anche pubblicato il video di un'intervista fatta all'uomo lo stesso giorno, in cui lui stesso raccontava dell'aggressione.
Come prova del fatto che gli animalisti sono una massa di esaltati, oltre al video, in quella pagina portavano degli screenshot, in cui mostravano i pantaloni e la scarpa che l'uomo doveva avere avuto la stessa mattina durante l'aggressione. Ho guardato e riguardato il video, stando bene attenta alle parole utilizzate dall'uomo e dai giornalisti ed esaminando le varie immagini. Bene! Devo dire che, PRIMA di vedere l'intervista, credevo davvero che l'uomo fosse stato aggredito da mamma Daniza, ma dopo averla vista ci sono una serie di fatti che hanno reso perplesse sia me che Poiana, che dal canto suo, essendo un animale selvatico, sa bene cosa significa quando una mamma aggredisce un predatore per difendere i suoi cuccioli. Ovviamente mi auguro di sbagliarmi, ma ho i miei dubbi....
Ecco il link del video (non posso caricare direttamente il video per questione di durata), ed ecco gli screenshot.




Come ho risposto anche su quella pagina, adesso credo che il signor Maturi si sia inventato di sana pianta buona parte della storia perchè, a meno che non sia Clark Kent, per come ha descritto i fatti, non è veramente possibile che ci sia davvero stata una tale aggressione; probabilmente, quando ha incontrato Daniza, questa si è limitata a spaventarlo "schiaffeggiandolo" per farlo andare via, come aveva d'altronde già fatto in passato con un gruppo di turisti.
Ecco i motivi per cui il video non mi convince:


Motivo n° 1: dall'inizio della vicenda fino alla morte di Daniza, il Signor Maturi ha cambiato più volte versione dei fatti, tanto che in quella definitiva ha detto di essersi nascosto dietro un albero per osservare la cucciolata (cosa che ovviamente lo renderebbe unico colpevole di tutto l'accaduto). Inoltre, all'inizio del racconto nel video, dice distintamente "[...]mi son girato per raggiung...allontanarmi [...]", il che starebbe ad indicare che il fungaiolo, che si è corretto prima di dire una cosa che lo avrebbe accusato, non ha fatto per allontanarsi, ma ben si ha tentato di avvicinarsi alla cucciolata. Tuttavia potrebbe essere stato un semplice lapsus, quindi, soprassediamo.
Non sono una grande esperta di orsi, ma ne capisco abbastanza di fauna selvatica per poter dire che, nemmeno se voli, ti avvicini 5-6 metri ad una madre con i cuccioli senza che lei si renda conto della tua presenza.


Motivo n°2: "mi ha rincorso, mi ha preso con una zampa sulla schiena; mi ha fatto un buco sulla schiena e poi mi ha buttato a terra e poi mi è saltata addosso".

Partiamo subito col dire che un orso che dà una zampata, non fa un buco ma al massimo una lacerazione, in quanto si presuppone che utilizzi gli artigli (infatti sulla gamba si vedono i graffi lasciati dalla zampata); inoltre, immagino che la caduta a terra sia immediata ed in avanti, vista la pressione che applica la spinta del plantigrade. In più, la ferita causata da un'artigliata di orso, dalla contusione e dalla contrattura dovute alla caduta dovrebbe causare dolore alla schiena e difficoltà di movimento, ma il Signor Maturi non ha alcuna difficoltà né a muoversi né a piegarsi da quanto si vede nel video, anzi, è ben impettito e sciolto nei suoi movimenti.

"L'uomo ed il plantigrado hanno lottato, con l'orsa che ha morso le braccia di Daniele e quindi gli ha dilaniato un ginocchio".

Il ginocchio glielo ha "dilaniato" standogli alle spalle? In più non vedo nessun segno di morso sulle braccia, ma questo lo ha detto la giornalista e non direttamente lui, quindi soprassediamo anche in questo caso, potrebbe essere una "licenza giornalistica".

"Io ho cercato di difendermi a pugni e a calci; un pugno gli è andato in bocca, mi ha morso, poi mi ha graffiato qua e poi qua. Mi han dato una quarantina di punti sul ginocchio... e poi mi ha morsicato un piede e mi trascinava e lì... pugni e calci finché sono riuscito a liberarmi."

(Ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah! Ok, basta!) Dunque, ricapitoliamo: ha cercato di difendersi a pugni e a calci, ma doveva essere a pancia sotto; va be' diciamo che è riuscito a girarsi prima che Daniza gli saltasse addosso. Gli ha dato un pugno in bocca e lei lo ha morso (presumo sulla stessa mano). Certo! Mi pare ovvio... Peccato che quelle fasciature sono adeguate si e no al morso di un ratto (esperienza personale) e che la mano dovrebbe essere dilaniata e, quanto meno, gonfia oltre che dolorante e praticamente impossibile da muovere; nel video, tuttavia, mi pare che si veda benissimo che la mano non sia dilaniata, non sia gonfia e tanto meno dolorante, visto che ci si appoggia per sedersi e la usa per sistemarsi la calza. Per intenderci, quando mi ha beccata Ciccio, che sicuramente ha dimensioni e forza minore di un'orsa di 106 kg che sta difendendo la prole, avevo addosso i guanti di cuoio che di solito uso per maneggiare i rapaci; non sono spessissimi, ma sono comunque una protezione valida contro le artigliate e le beccate, eppure, nonostante questo, il pappagallo è riuscito a bucarmi il dito, facendomelo gonfiare talmente tanto da non riuscire a muoverlo per un bel pezzo, tant'è che ho pensato che mi avesse preso qualche tendine. Se un Cacatua bianco riesce a bucare un dito protetto da un guanto di cuoio, cosa dovrebbe fare il morso di un'orsa su una mano nuda?!
In più non vedo una singola goccia di sangue su quegli stivali e quello scarpone, eppure Daniza gli ha "dilaniato un ginocchio" la mattina stessa (anche se quella non è una fasciatura da "ginocchio dilaniato", ma in fondo gli hanno messo 40 punti, che su qualche articolo sono diventati 50). Dannazione, come minimo dovrebbe averlo dissanguato, ma non c'è nemmeno una macchiolina di sangue, né sono sporchi di terra... cioè, diciamocelo... i pantaloni sono proprio pulitissimi e pure stirati! Ma che ha fatto?! Dalla mattina al pomeriggio (nel video è ancora giorno) ha già lavato, asciugato e stirato i pantaloni per mostrarli ai giornalisti? La cosa non ha molto senso, sia perché non ne avrebbe avuto il tempo, a meno che non sia andato all'ospedale in mutande, sia perché non ci sarebbe stato nessun motivo di lavare gli indumenti.
Per come la vedo io, a ridurre in quel modo un paio di pantaloni bastano cinque minuti, un po' di pazienza ed un paio di forbici.
Andando poi ad esaminare il graffio che gli avrebbe fatto sulla coscia Daniza, stando sopra di lui ed attaccandolo con ferocia, non è nemmeno lontanamente paragonabile a quelli che mi fanno i miei cani quando mi saltano addosso per giocare; un gabbiano reale mi ha lasciato un segno più profondo con una beccata. Un'orsa che dà con ferocia un'artigliata su una gamba dovrebbe quantomeno fare uscire sangue, ma quelli sono segni da spellatura, come quando ci si fa un'abrasione contro un muro.
La scarpa è, in effetti, piuttosto rovinata, ma non sono del tutto convinta che il danno provocato dal morso di un orso che "trascina" un uomo per il piede, sia riconducibile ad una leggera scollatura della suola, ma tutto può essere, come già detto non sono un'esperta di orsi. Tuttavia, una cosa mi lascia molto perplessa pur non essendo un genio in materia: mi spiegate COME avrebbe fatto a prendere a calci e a pugni l'orsa che lo stava trascinando via dalla pianta del piede? Ok, diciamo la forza della disperazione e diamogliela per buona...
In ogni caso, questo tipo, è stato aggredito dall'orsa, colpito alle spalle e buttato a terra dall'animale che poi gli è saltato addosso, ci ha fatto a pugni e lo ha preso a calci, poi è stato ferito al ginocchio, afferrato dallo scarpone e trascinato....E NON HA NEMMENO UN GRAFFIO IN FACCIA???!!! Sarò anche mal pensante, ma non ci crederei manco se fosse Son Goku!


"a me è andata bene, ma se trovava una donna o qualcuno con un fisico un po' più esile non lo so se andava bene, perchè era veramente imbestialita".

ll signor Maturi ha affermato di averci combattuto e poi essere riuscito a liberarsi per poi, immagino, scappare. Benissimo: con i calci ed i pugni il signor Maturi avrebbe confermato all'orsa di essere un pericolo, motivo per cui l'animale avrebbe avuto tutto l'interesse a neutralizzarlo per proteggere sé stessa ed i suoi cuccioli; in più lui ha asserito che fosse "imbestialita". Un orso adulto in corsa raggiunge i 50km/h di velocità, quindi per quale motivo Daniza avrebbe dovuto lasciarlo andare? Dubito fortemente che Maturi potesse correre più velocemente dell'orsa, tanto più che lei gli aveva appena "dilaniato un ginocchio" e stava proteggendo la sua prole.



Nella foto di questo articolo del 15 agosto, Maturi è stato appena dimesso dall'ospedale e si accinge a stringere la mano morsa dall'orsa a quella di un altro uomo, cosa piuttosto strana, visto che dovrebbe avere una profonda ferita piuttosto dolorosa. Inoltre cammina tranquillo e sereno con le sue gambe, poggiando il peso su quella ferita e senza l'ausilio di alcun aiuto, sia anche una stampella o un bastone; ma come? Non aveva un ginocchio dilaniato sul quale gli avevano appena applicato 40 punti?
Stendiamo un velo pietoso sul fatto che all'ospedale lo abbiano dimesso il giorno stesso, senza tenerlo in osservazione manco 24h e sul fatto che non sia stato fatto vedere un referto ufficiale dell'ospedale a dimostrazione dell'aggressione; cosa, quest'ultima, che sarebbe stata più attendibile di qualsiasi fasciatura, scarpone o paio di pantaloni....mah! 

Motivo n°4: Daniele Maturi è un impiegato dell'impianto sciistico che vorrebbe ampliarsi nella zona dove erano presenti Daniza ed i suoi cuccioli (cosa che mi è stata confermata da diversi suoi compaesani) e pare che il progetto di ampliamento sia stato respinto o bloccato proprio a causa del progetto PACOBACE (ma di questo non ho altre fonti, se non un articolo - che non trovo più - ed un video del PAE, per cui non lo do come oro colato). In ogni caso, nel parco vi sono parecchi interessi e degli orsi che girovagano liberi in zona vanno contro di essi.

Diciamo che, a questo punto, di motivi per credere che dietro a questa storia ci sia qualcos'altro ne ho parecchi; se poi qualcuno può smentirmi (in maniera civile e prove alla mano), mi farebbe molto piacere sapere di sbagliarmi e che quest'uomo, come tutti i politicanti che lo hanno sostenuto, non ha inventato una simile farsa solo per interesse personale.  
In risposta a quanti dicono che l'orsa era pericolosa ed aveva già aggredito altre persone ed animali, aggiungo che, secondo quanto dichiarato dalla stessa Provincia di Trento, Daniza non era un orso pericoloso, ma che incontrando altri umani sul suo cammino si è limitata a spaventarli avendo un comportamento "che, pur potendo legittimamente provocare uno spavento in chi ne è protagonista, è ampiamente descritto in bibliografia e non costituisce un’anomalia nell’etologia della specie".
Inoltre, sempre la Provincia di Trento ha in passato specificato che "Per quanto riguarda invece i danni a carico di asini registrati ripetutamente in un’area piuttosto limitata sempre della val Rendena, gli stessi sono imputabili ad un singolo soggetto adulto. Ferma restando l’intenzione di catturare l’animale per consentire un monitoraggio più stretto dello stesso, grazie all’applicazione di un radiocollare, va ricordato ancora una volta come il bestiame domestico che non viene protetto nelle ore notturne con le apposite recinzioni elettriche fornite gratuitamente dalla Provincia sia di fatto a rischio, laddove sono presenti l’orso o altri grandi carnivori (es il lupo). Nessuno degli animali in questione predati nelle ultime due settimane (che si trovavano in aree marginali, vicine se non all’interno del bosco, fuori dai centri abitati seppur, in alcuni casi, non molto lontano dagli stessi) aveva alcuna protezione idonea in tal senso, neppure gli ultimi predati, pur a fronte degli episodi registrati nei giorni precedenti. Giova ricordare che l’amministrazione è e rimane disponibile a mettere in campo tutto quanto è di sua competenza per prevenire tali danni, (fornitura delle opere di prevenzione, informazione, interventi di controllo). E’ fuori dubbio peraltro che l’efficacia di tali iniziative è subordinata anche alla corretta gestione delle opere di prevenzione fornite e dunque ad una corretta custodia degli animali posseduti".
Inoltre secondo il "Rapporto Orso 2013", non si erano mai riscontrati atteggiamenti problematici nell'orsa.

Allego un'interessantissima lettera della biologa Lisa Signorile, che purtroppo non ha sortito il suo effetto, ma trovo molto significativa per comprendere la situazione.

Per una volta mi trovo d'accordo con gli animalisti, evento più unico che raro. Detto questo, ognuno tragga le sue conclusioni, che possono essere uguali o diverse dalle mie; io non mi offendo, ma come già detto, se potrete smentirmi (non insultando, grazie) con prove certe, io ne sarò molto lieta.
Tengo a specificare che il Corpo Forestale, accusato di essere coinvolto, ha preso le distanze dall'epilogo di questa storia, dichiarando che nessuno di loro ha partecipato alle operazioni di cattura.
Ormai Daniza è morta e per lei non si può fare nulla, né sapremo mai la verità. Adesso bisogna spendere le energie per aiutare i suoi cuccioli (che pare siano richiesti a Cortina in uno slancio di sospetto altruismo animalista, ma ben venga il colpo pubblicitario se sarà utile a salvarli), gli orsi in Abruzzo ed i lupi in Veneto. Non dimentichiamoci di loro, non sarebbe giusto, nemmeno per Daniza!

20 commenti:

  1. E brava Poiana!!!!! Dubbi legittimi e condivisi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patricia. Ho scatenato un putiferio, ma vedo che il mio pensiero è condiviso da parecchi..... personalmente, comunque, spero davvero di sbagliarmi e che sia stato uno spiacevole insieme di coincidenze, anche se crederlo è veramente difficile.
      Soprattutto per il discorso del referto medico: basterebbe quello per mettere a tacere tutti, ma non si è visto; credo che nessun medico sano di mente firmerebbe una cosa simile

      Elimina
  2. Per completezza di cronaca aggiungiamo anche questi articoli:
    http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_italiana/2014/09/12/eseguita_l_autopsia_sull_orsa_daniza_i_suoi_due_cuccioli_avvistati_insieme-5-385841.html

    http://qn.quotidiano.net/lifestyle/2014/09/17/1088723-animali-lavdaniza.shtml

    RispondiElimina
  3. È vero che le ferite sono minime, tranne quella al ginocchio, che però non è stata mostrata.

    Ciò non esclude che sia davvero successo così. In letteratura ci sono casi di aggressioni da orso caratterizzati da poche e lievi ferite. Il perché esula da questo blog, che non è scientifico.

    PS Ricordo che scrivere su un blog che una persona ha lasciato false dichiarazioni all'autorità giudiziaria è un reato, si chiama calunnia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona sera signor Adriano, prima di tutto La ringrazio per aver commentato il post.
      In secondo luogo mi permetta di difendermi: io non ho mai scritto che è ASSOLUTAMENTE CERTO che il signor Maturi si sia inventato l'aggressione, ma che SECONDO IL MIO PENSIERO è molto probabile che non sia reale oppure non è andata esattamente come l'ha descritta; ho scritto che ne sono praticamente certa (io) ma non che sia sicuramente così. Non l'ho accusato di qualcosa, ho espresso una mia opinione della quale sono molto convinta, ma non sono andata a denunciarlo (il reato di calunnia (art. 368 c.p.) si ha quando taluno, con denunzia, querela, richiesta o istanza, anche se anonima o sotto falso nome, diretta all'Autorità giudiziaria o ad altra Autorità che abbia l'obbligo di riferire all'Autorità giudiziaria, incolpa di un reato una persona che egli sa essere innocente, oppure simula a carico di una persona le tracce di un reato.) inoltre ho specificato che sono apertissima alle smentite e che ognuno è libero di trarre le sue conclusioni; il signor Maturi in primis se lo gradisce è invitato a smentirmi, se lo farà in maniera educata e civile ed io sarò lieta di scusarmi con lui e scrivere un post a tal proposito, quando mi dimostrerà che è tutto vero (che vuole farci, sono come San Tommaso; se non vedo non credo). Mi pare che siamo ancora in un paese in cui il pensiero è libero (o almeno così dicono).
      Non ho nemmeno mai preteso che il mio post avesse valenze scientifiche :) mi sono limitata ad esaminare delle immagini di un video trovato su youtube e spiegare perché SECONDO ME le dichiarazioni non siano veritiere, citando poi le fonti di altre affermazioni; ognuno è libero di trarre le sue conclusioni.
      Non ho gridato al boicottaggio del Trentino, come fanno molti, anche perché ritengo che non abbia assolutamente nessun senso; dovremmo boicottare ogni singola regione italiana per qualcosa che non va :)
      Non ho contestato le ferite, ma il fatto che queste non combacino con quello che il signor Maturi ha raccontato; vuole forse negare che le ferite non rispondano alla colluttazione descritta? Se preferisce posso modificare il post scrivendo che, da quanto sembra guardando il video e le foto, l'aggressione c'è stata, Daniza lo ha intimorito e lui ha ingigantito la cosa fino all'inverosimile. Anche questa ipotesi mi sta bene, l'ho presa in considerazione, infatti.
      Mi spiace molto di averLa indispettita con il mio pensiero, evidentemente difforme dal suo, ma mi farebbe molto piacere se mi desse le sue fonti, in maniera tale da potermi documentare meglio sulla situazione e trarne ulteriori conclusioni.
      La saluto ed attendo una sua risposta

      Elimina
    2. inserisco un articolo in cui la versione del Signor Maturi cambia da quella del video, ma sostanzialmente resta inverosimile: davvero crede che i miei dubbi non siano legittimi?

      http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/trento/cronaca/2014/08/17/news/un-unghiata-alla-schiena-e-mi-ha-bloccato-a-terra-1.9773658

      Qui, a parte il vittimismo anche comprensibile, i 5-6 metri si sono magicamente trasformati in 40 metri: http://www.avvenire.it/Cronaca/Pagine/il-fungaiolo-aggredito-dall'orsa-ancora-tormentato-animalisti.aspx

      Ecco, questa è un'operazione che se non va a buon fine finisce con la denuncia per calunnia, ma forse si andrà fino in fondo a questa storia e ritengo che se un'associazione come l'AIDAA si è messa a fare una cosa di questo genere, forse sa qualcosa in più di noi; staremo a vedere: http://it.blastingnews.com/cronaca/2014/09/daniza-accuse-gravissime-da-parte-dell-aidaa-il-fungaiolo-si-sarebbe-inventato-tutto-00127408.html

      Io posso pure impegnarmi a credere che sia tutto vero, ma forse lui dovrebbe impegnarsi a dare sempre la stessa versione dei fatti, giusto per apparire più credibile, ecco....
      Buona giornata e a presto

      Elimina
  4. ottima analisi dei fatti. personalmente osservando le immagini mi sono convinta che il tipo si sia semplicemente sbucciato il ginocchio (altro che 40 punti!!!) cadendo mentre scappava. per tutto il resto concordo con quanto scritto nell'articolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver commentato, anche nel suo anonimato. Purtroppo, come già detto, temo che non sapremo mai la verità...

      Elimina
  5. bellissimo articolo!!!a parte che sull'individuo c'è un'indagine in corso quindi i fatti non convincono nessuno e poi l'ho personalmente fatto presente che se è stato ingaggiato dall'amministrazione comunale è un pessimo attore...in tanti hanno detto la stessa cosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per il suo commento ^_^
      Sono lieta che il post le piaccia; ho cercato di citare più fonti possibili per renderlo attendibile.
      In effetti ho appena letto un articolo secondo cui l'AIDAA ha accusato il signor Maturi di essersi inventato tutto per prendere il risarcimento (che dovrebbe ammontare a circa 100.000€) e che sta raccogliendo le prove per formalizzare la denuncia. A questo punto non resta che aspettare e vedere cosa succederà, forse per una volta scopriremo la verità...
      Le auguro una buona giornata :)

      Elimina
    2. Aidaa è stata sentita dal magistrato competente. Pare che abbia ritenuto pertinente la denuncia di Aidaa. Si attende un'ulteriore decisione per la fine di ottobre. Quindi, le prove di Aidaa non sono state considerate ininfluenti. Altrimenti la denuncia sarebbe stata archiviata. Per venire al punto, ho studiato molto bene le ferite, i tagli dei vestiti, le tempistiche degli eventi. Personalente, sono giunto alla conclusione che il "Carnera del Trentino" volesse rapire uno dei cuccioli (ricordo che i suoi amici hanno organizzato all'inizio di luglio una braciolata di orso, poi bloccata dai NAS). Sapeva benissimo dov'erano gli orsi, in quanto portati in luogo dalla PAT. Non era lì per caso. Attivisti sono andati a ispezionare il posto, in quell'area non c'erano funghi.

      Elimina
    3. Buongiorno Rob Benatti e grazie di cuore per il suo competente commento. Vedo che è molto più informato di me e la ringrazio per avermi dato queste informazioni (mi perdoni se NON VOGLIO credere all'idea della braciolata di orso, ma questo mi farebbe perdere definitivamente la speranza nel genere umano).
      Certo, il fatto che quella non sia zona di funghi, associata alla versione, che ho letto da qualche parte ma non so quanto sia veritiera, secondo cui il signor Maturi sia passato prima da casa e poi in ospedale (per quale motivo non è andato direttamente in ospedale, visto che era stato ferito?), spinge molto verso questo pensiero. Tuttavia, se si fosse avvicinato così tanto ai cuccioli da cercare di prenderli, non so se Daniza l'avrebbe lasciato andare senza prima renderlo in condizioni idonee per la "Monzotin"...

      Elimina
    4. Rispondo con un'affermazione molto sentimentale: Daniza era un'orsa buona. Ci sono video in cui guarda l'osservatore. Per nulla pericolosa. E' come per i cani, lo vedi subito se un cane è addestrato all'aggressività o è buono di indole (tra l'altro cani e orsi sono parenti). Per me, Daniza era buona di indole. L'hanno voluta ammazzare: per il loro criteri, troppo prolifica (15 puppies) e già "anziana" (19 anni, ma gli orsi possono arrivare anche fino a 40).
      Quello che so non è merito mio, è il frutto di un lavoro collettivo che stiamo portando avanti su Twitter all'hashtag #iostocondaniza, fin dal 15 agosto. Abbiamo perso una battaglia, Daniza è stata uccisa, ma non ci arrendiamo per i cuccioli (per gli altri orsi come Genè e per i lupi che ora sono le nuove vittime).
      Purtroppo la braciolata è vera. Qui, il dettagliato articolo dell'Ansa: http://www.ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/natura/2011/07/01/visualizza_new.html_810143620.html
      Grazie per la risposta. Buona giornata.

      Elimina
    5. Si, ho visto l'hashtag su twitter e le petizioni, che ho firmato e condiviso.
      Io non ho davvero parole; come si fa ad organizzare una cosa simile?! Comunque l'onorevole Fugatti ha ragione, ha portato l'argomento sull'orso e si è preso una buona dose di calci in.... ci siamo capiti. Sono riusciti a far inviperire mezza Italia e mezza Europa (non so se avete fatto un giretto sul web per leggere i commenti degli altri paesi) facendo prendere a moltissimi la decisione di boicottare il Trentino o, addirittura, l'Italia intera (visto che tanto siamo messi bene), quando alla fine la gente del paese non c'entra niente. Io farei pagare ogni centesimo di danno, con gli interessi, a tutti i signori implicati; ma con denaro delle loro tasche, ovviamente, certo non pubblici, visto che in questa storia ci sono di mezzo anche i politici. Speriamo che ci si arrivi.

      Siccome Lei sembra lavorarci da più tempo di me, saprebbe dirmi qualcosa a proposito delle trappole? Sulle pagine di alcuni animalisti ho letto che erano già posizionate da PRIMA che l'aggressione avesse luogo, ma alle asserzioni senza fonti ho difficoltà a credere. Può confermarmelo?

      Elimina
    6. Grazie per la risposta. Per favore, diamoci del tu... Personalmente, l'ho ricostruita così, in sintesi. La nuova amministrazione di Ugo Rossi, l'unico eletto, entra in carica nel luglio 2013. I nominati coinvolti del caso Daniza sono Michele Dallapiccola (responsabile dell'ordinanza di abbattimento) e il vicepresidente Alessandro Olivi. Si aggiungono i funzionari, le eminienze grigie Claudio Groff responsabile del progetto Pacobace e Romano Masè, responsabile dei forestali della provincia. Claudio Groff, a mio parere è un nazi. Primo: nelle interviste tv ha sventolato il Pacobace e l'appendice delle clausole di abbattimento degli orsi, ma il Ministero dell'ambiente ha affermato di non avere mai ratificato la clausola "orso dannoso". Secondo: va sottolineato che già nel 2013 la PAT si era resa infame nella caccia dell'orso M24 per ben 5 mesi, orso poi scomparso e probabilmente ucciso e mangiato. Detto questo, di Daniza esistono foto effettuate con il sistema BolyGuard (una videocamera mimetica) vicino a una trappola tubolare già in luglio 2014. La cosa evidenzia che l'avevano già mirata. Senza tacere il fatto che è stata la stessa PAT a mettere la Povera Daniza nei boschi di Pinzolo, quindi tutti i locali sapevano della sua presenza. I locali, aderenti della Lega Nord, non hanno mai accettato il progetto Life Ursus. Per una ragione: i vincoli ambientali e faunistici impediscono la costruzione di nuove piste da sci e funivie per turisti. Così, una orsa mamma in zona dava parecchio fastidio ai padroni locali; ovvero Funivie Pinzolo Spa (sull'orlo del fallimento). E a questo proposito, ecco il coup de théâtre: Daniele Maturi lavora per Funivie Pinzolo Spa e il sindaco di Pinzolo è il vicesindaco della società... A pensare male ci si prende sempre.

      Elimina
    7. Sempre preciso ed esauriente, grazie. Va benissimo darsi del tu :)
      Sapevo già del fatto che Maturi lavora per Funivie Pinzolo S.p.a. e del progetto dell'ampliamento delle piste bloccato per la presenza di Daniza e dei suoi cuccioli, ma non sapevo che anche il sindaco di Pinzolo fosse coinvolto. Ma tu guarda i casi della vita, che in questa situazione aumentano sempre di più. Certo che questo è davvero un bell'insulto all'intelligenza della gente...
      A questo punto varrebbe la pena di vedere cosa succederà con il progetto di ampliamento. Intanto sto aspettando i risultati della necroscopia su Daniza (sempre ammesso e non concesso che l'abbiano fatta effettuare o la facciano ripetere a persone competenti ed al di fuori di questa storia).

      Elimina
    8. L'esame autoptico è un tema complesso. Sia dal punto di vista legale che pratico. La provincia ha già fatto l'esame, ma probabilmente è stato secretato, cioè messo a gli atti dalla procura (un trucco), la procura ha poi accettato la proposta della LAV di effettuare un'autopsia indipendente. Questa viene fatta a Grosseto. Verrà resa pubblica fra tre mesi. E' ovvio che la procura protegge Ugo Rossi e amichetti di merende, perché contemporaneamente ha iscritto tra gli indagati 30 animalisti. E ha annullato il fascicolo su Ugo Rossi e Michele Dallapiccola. Non sono un chimico, né un biologo, ma ho letto che i narcotici hanno un forte decadimento temporale, per cui - probabilmente - ulteriori analisi saranno quasi inutili... Per concludere due mostruosità: chi ha sparato il narcotico, Ivo Casolla, è un veterinario che si occupa di igiene degli allevamenti (un pazzo che non manda i figli a scuola e fa scuola parentale in casa, vuoi vedere che non ti vedano un concerto rock o sappiano cos'è un gay), il responsabile del progetto orsi della provincia, Claudio Groff, non è né un veterinario né un etologo, un funzionario entrato per partitocrazia e amicizie. Un bel teatrino di incompetenze. Hanno tutto l'interesse a insabbiare. Inclusa la procura e il presidente Ugo Rossi.

      Elimina
    9. mmmh, è vero che i narcotici hanno un forte decadimento temporale, ma non si può mai sapere che non esca fuori qualcos'altro.
      Lasciamo perdere l'argomento incompetenza, mi pare che sia la base di tutto questo caos e comunque... è la storia dell'Italia.
      In ogni caso non resta che vedere come andrà a finire, dubito che si possa più fare niente...

      Elimina
    10. Dopo sei settimane di impegno, di letture, e non lo nego di lacrime, sono convinto che "Daniza" non è solo Daniza, una sfortunata mamma orsa, ma un simbolo. Nei privilegi della caccia si intersecano corruzione, produttori di armi, traffici personali, omertà, interessi edilizi e bancari. Per questo, mi piace pensare che ognuno a suo modo contribuisca a descrivere una "storia di malaffare all'italiana". Lo so, suona belligerante, poco pacifista, ma sono convinto che l'"animalismo" anche in Italia possa uscire dal ruolo di cenerentola e diventare politica attiva, sul campo. Non dimentichiamolo. ci sono i 2 cuccioli, c'è l'orso Genè, ci sono i lupi. Leggevo proprio stamattina il folle progetto di deportare i lupi via dalla Lessinia. Così, come pacchi postali. http://www.tviweb.it/lupi-in-lessinia-orsi-ad-asiago-arriveranno-leoni-sui-berici

      Elimina
    11. Perdonami, non ho un buon rapporto con gli animalisti estremisti, almeno con quelli che conosco io; nel 90% dei casi fanno danni, per cui non oso immaginare cosa potrebbero combinare diventando politica attiva. Un fronte più moderato magari si, ma non esageriamo. Ho letto ieri un post secondo cui Lorenzo Croce, il presidente dell'AIDAA ha asserito che non bisogna fare vedere ai bambini Peppa pig e gli altri cartoni con animali, perchè altrimenti si faranno un'idea sbagliata sulla vera vita di questi; quando ho letto questa cosa, ieri, volevo sprofondare sotto terra dalla vergogna di essere associata a questa gente (io NON sono animalista, ma molti mi ci identificano perché amo e proteggo gli animali...forse più delle persone). Va bene amare gli animali, battersi per loro e per i loro diritti, nonché "prendere a calci" (metaforicamente parlando) esemplari umani come il sindaco di Verona, ma bisogna farlo con il cervello acceso e senza sparare fesserie a raffica..... certe cose rendono gli animalisti ridicoli e deliranti agli occhi di tutti. Ti chiedo scusa se tu dovessi essere un estremista, ma questa è l'esperienza che mi sono fatta in tanti anni: se li conosci li eviti, anche se lavori per gli stessi ideali. Tutti gli altri non sono animalisti, ma amanti degli animali.
      Sui cuccioli, l'orso Genè ed i lupi bisogna essere attivi e non lasciare tregua a chi di dovere. Per i cuccioli sono molto preoccupata. Se continuerà questo "tira e molla" su cosa fare e cosa no, ho idea che finiranno da soli ad affrontare il freddo invernale ed il letargo e credo proprio che questa sia l'intenzione delle autorità per toglierseli dai piedi... ormai l'invero è alle porte e i piccoli non sanno come si devono comportare; andrebbero educati a farlo, ma non credo che viviamo in un paese abbastanza civile da riuscire a fare una cosa simile.
      Per quanto riguarda Gené, ho idea che il problema non sia lui, in quanto una volta risolto con questo esemplare ci saranno gli altri orsi e la storia ricomincerà da capo; bisogna insegnare agli allevatori/agricoltori a prendere le giuste precauzioni contro questi animali. E' troppo facile dire che l'orso lì non ci dovrebbe essere o che l'orso lì c'era prima di noi, quindi zitti e mosca e vi sorbite i danni. Esistono paesi dove la densità di orsi è infinitamente maggiore eppure questi problemi li sanno affrontare. Il problema è che è molto più facile accusare gli orsi di fare i predatori, piuttosto che prendere (costose) misure di prevenzione. E questo riguarda tutti gli animali, anche i cinghiali.
      Stendiamo un velo pietoso sul progetto di deportazione dei lupi; grazie per l'articolo, appena avrò tempo lo leggerò molto volentieri.
      Bisogna educare la gente al rispetto della Natura ed è necessario che la cosa si faccia soprattutto con i bambini. Educare non significa imporre le proprie idee in maniera aggressiva e insultando, come purtroppo fanno molti, ma proporle e spiegarle, dicendo quali sono i pro e quali i contro. Inoltre bisogna essere i primi a rispettare le leggi naturali, ma soprattutto bisogna fermare questi individui prima che facciano altri danni e per farlo bisogna persuadere la gente che le giuste soluzioni siano altre.

      Elimina

Se volete lasciatemi un segno del vostro passaggio: una vostra impressione, un saluto, una critica. Sarà tutto ben accetto e mi aiuterà a crescere ed andare avanti.